Ministero Pubblica Istruzione MIUR

I.S.ME.D.A.è accreditata in forma definitiva, presso il Ministero dell’Istruzione per le attività di formazione manageriale del personale della Scuola

Regione Lazio

I.S.ME.D.A.è accreditata presso la Regione Lazio come struttura formativa per la formazione superiore e continua.

Regione Puglia

I.S.ME.D.A.è accreditata presso la Regione Puglia come struttura formativa per la formazione superiore e continua.

OBIETTIVO CERTIFICAZIONE E ACCREDITAMENTO!

Progetto per la Certificazione di Qualità delle scuole.



OFFERTA TECNICO-ECONOMICA INNOVATIVA (UTILIZZO INTENSIVO DI INTERNET) PER LA PREPARAZIONE DELLE SCUOLE ALLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA' E ASSISTENZA PER LA PRATICA DI ACCREDITAMENTO


L'offerta tratta la seguente certificazione:



Qualità (UNI EN ISO 9001:2000)


La scuola viene dotata di un Manuale di Qualità e di Procedure di Qualità (da 4 a 6) che sono scritte da ISMEDA dopo aver fatto un'analisi accurata.
Tali procedure sono riviste e corrette dal Dirigente Scolastico e dal suo Staff per ottenere un perfetto "ABITO su misura".
Le procedure riguardano esclusivamente il modo di Condurre "La Nuova" Scuola.


Applicazione.


Il Manuale, i Principi e le Procedure di Qualità di cui sopra devono essere applicati per almeno tre mesi.
Durante questi tre mesi Vi saranno delle "visite ispettive" ISMEDA per verificare la corretta applicazione delle norme.
A tre mesi dall'inizio dell'applicazione faremo intervenire l'ispettore dell'ENTE CERTIFICATORE che, verificato il livello di preparazione della Scuola, dirà se è in grado di sostenere gli esami di certificazione.
I consulenti ISMEDA sono presenti durante tale visita ispettiva.


Certificazione.


Se la Scuola è stata ritenuta pronta dall'Ispettore dell'Ente di Certificazione dopo un mese circa può sostenere l'ESAME di CERTIFICAZIONE che, alla presenza dei consulenti ISMEDA, viene condotto da 1 oppure 2 CERTIFICATORI i quali verificano la corretta applicazione delle procedure. L’Ente certificatore conferisce l’

ATTESTATO Di CERTIFICAZIONE di
QUALITÀ’ (UNI EN ISO 9001:2000)

ISMEDA come ENTE CERTIFICATORE propone:
B.V.Q.I.
CISQ-ICIM
D.N.V.
T.Ü.V.


Manutenzione.


Ogni anno il certificato deve essere “mantenuto”, si devono cioè superare le verifiche ispettive (1 ispettore) dell’Ente di Certificazione, che controlla e attesta che la scuola continui ad applicare i principi e le norme per cui è stata certificata.


Tempi


ATTIVITÀmesi
Procedure e Manuale Qualità3
Applicazione nella Scuola3
Verifica preispettiva ed ESAME2

Tali tempi possono subire oscillazioni del 25% in meno o in più in base alla disponibilità/urgenza/preparazione di base dell’ISTITUTO.


Personale Scuola


Si richiede la disponibilità del Dirigente Scolastico e del Suo Staff di circa 30 giornate cumulative oltre ai corsi di formazione (una media di 2 giorni a persona: Direzione, Insegnanti e ATA).


Costi


Abbiamo ritenuto per semplicità di utilizzare il parametro “N° SCUOLE” per definire il nostro impegno e le possibili economie di scala.

PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA’
N.B. l’IMPORTO DI CUI SOPRA SI RIDUCE AD €. 3.000,00 A SCUOLA PER UN NUMERO DI OLTRE 50 SCUOLE
ASSISTENZA ALLE PRATICHE DI ACCREDITAMENTO € 1.200,00 + IVA per Scuola
COSTO GLOBALE PER SCUOLA Spese incluse IVA inclusa SCUOLE IN RETE
1-3
€ 6.000,00
4-9
€ 5.000,00
10-19
€ 4.500,00
20 - 29
€ 4.000,00
>=30
€ 3.500,00

I pagamenti sono 50% all’ordine, 40% a 180 giorni e 10% a Certificazione avvenuta.
Abbiamo pensato a questa modalità di pagamento per usufruire di 2 esercizi finanziari, dividendo il carico finanziario per la scuola su due anni. Vi è piena disponibilità ad esaminare altre modalità.
Le cifre sopra esposte sono estremamente calmierate e ciò è dovuto al fatto di poter effettuare delle economie di scala, lavorando su un numero di scuolein rete piuttosto consistente.



PROGETTO IN DETTAGLIO
“Qualità e Certificazione con assistenza in rete”
per le Scuole

PREMESSA

Come è noto, le scuole sono coinvolte da intensi processi di cambiamento, conseguenti alle innovazioni del sistema normativo della scuola ed alle trasformazioni della Società intervenute negli anni recenti. Tale cambiamento, in particolare, richiede agli Istituti Scolastici lo sviluppo della capacità di soddisfazione dei requisiti della Società Civile e delle esigenze degli utenti ed il miglioramento dell’efficienza organizzativa.

Questi obiettivi possono essere perseguiti e facilitati attraverso l’installazione nella Scuola di un Sistema di gestione per la qualità conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2000 (da far certificare da parte di un Organismo a ciò accreditato).

A fronte di un’evidente esigenza di accelerare il processo in corso - con la finalità di coinvolgere nel progetto la maggior parte delle scuole Italiane in un periodo di 2-3 anni – e, d’altro canto, di contenere i costi di realizzazione, si propone una nuova modalità operativa, basata sull’assistenza “in rete”. Essa è consentita:

  • dall’esperienza maturata da ISMEDA con le scuole (in 6 Regioni Italiane: Lombardia, Trentino Alto Adige, Umbria, Lazio, Marche e Campania), che ha consentito di collaudare modelli di gestione ad hoc per le diverse tipologie di istituti;
  • dall’economia di scala realizzabile al crescere del numero di Istituti assistiti contemporaneamente;
  • dalla disponibilità di tecnologie informatiche e telematiche di cui la rete delle scuole è dotata.

Il presupposto implicito del Progetto è che esso possa essere “gestito” contemporaneamente per un numero significativo di Istituti. A tale numero minimo fa riferimento anche la valutazione di impegno temporale delle risorse (v. punto successivo).


FINALITÀ DEL PROGETTO

  • AUMENTARE IL PRESTIGIO DELLE SCUOLE ITALIANE attirando l’attenzione degli opinion leader della Scuola ( Ministero ed Enti locali) sul fatto che intere RETI di scuole si stiano certificando;
  • favorire la diffusione e l’assimilazione della cultura della qualità all’interno degli Istituti Scolastici;
  • promuovere la standardizzazione e il miglioramento dei processi fondamentali della Scuola;
  • pervenire alla certificazione di conformità del Sistema di gestione ai requisiti descritti nella norma UNI EN ISO 9001:2000.

AMBITO DI APPLICAZIONE

Il “Sistema di gestione per la qualità” da certificare riguarderà tutte le aree gestionali di ciascuna Scuola coinvolta nel Progetto.


ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Il progetto si articolerà secondo le seguenti fasi di attività:


1)

Informazione e sensibilizzazione iniziale
Al fine di conseguire il coinvolgimento e la motivazione del personale della Scuola, sarà realizzato, a cura della Consulenza, un incontro di informazione/sensibilizzazione, presso ciascun Istituto.
Gli argomenti che, di massima, saranno trattati riguarderanno:

  • la qualità del servizio;
  • gli standard di qualità da definire e garantire;
  • la gestione per processi;
  • il sistema di gestione e le norme ISO della serie 9000:2000;
  • il progetto "Qualità e Certificazione" ed i suoi obiettivi;
  • il processo di certificazione.

2)

Analisi dei processi fondamentali della scuola
Sarà effettuato da un Gruppo di Lavoro, interno a ciascuna scuola, istituito ad hoc (v. anche punto 6), un check-up sui processi fondamentali appartenenti a tutte le aree gestionali da sottoporre a certificazione. La metodologia sarà fornita da ISMEDA. Gli output del check-up consentiranno di rilevare gli eventuali gap nei confronti dei requisiti previsti dalla norma UNI EN ISO 9001:2000 di riferimento e quindi di impostare il lavoro di progettazione del nuovo Sistema gestionale.


3)

Definizione della Politica per la Qualità
Le linee fondamentali di sviluppo e gli obiettivi per la qualità di breve-medio periodo saranno definiti dalla Direzione di ciascun Istituto nella "Politica per la Qualità".


4)

Standardizzazione dei processi fondamentali
I processi fondamentali saranno “standardizzati” attraverso l’elaborazione di “diagrammi di flusso” e di “tabelle di specifiche del processo”.
Le attività componenti ciascun processo potranno prevedere standard di qualità da garantire.
Per alcuni processi, la Consulenza fornirà “modelli” applicativi (ad es., per la definizione di obiettivi per la qualità e per la formulazione di “indicatori di processo”).


5)

Elaborazione delle Procedure
Saranno elaborate da 4 a 6 ”procedure” di regolazione di processi, come richiesto esplicitamente dalla norma sopra citata, e la relativa “modulistica” standard.
ISMEDA fornirà a ciascun Gruppo di Lavoro modelli di Procedure ed assisterà ciascun G.d.L. in fase di elaborazione.


6)

Elaborazione del Manuale della Qualità
Il Sistema di gestione della scuola sarà documentato, fondamentalmente, dal Manuale della Qualità.
Esso definirà e descriverà, ai fini della qualità da garantire, i processi e le responsabilità funzionali relative.
ISMEDA fornirà a ciascun Gruppo di Lavoro un modello di Manuale, coerente con il tipo di Istituto interessato, ed assisterà ciascun G.d.L. in fase di elaborazione.


7)

Applicazione del “Sistema di gestione per la qualità”
L’applicazione del Sistema gestionale verrà garantita da ciascun Istituto, con tutte le proprie risorse interne e tramite i propri fornitori. La Consulenza fornirà assistenza a distanza e/o in situ (a richiesta). Effettuerà, inoltre, la formazione alle “verifiche ispettive interne” per alcune (2/3) risorse umane di ciascuna Scuola, con rilascio di “attestato” di qualificazione.


8)

Processo di Certificazione
Sarà attivato e seguito l’iter per la certificazione, che prevede, in particolare:

  • la domanda all’Organismo di Certificazione (OdC) prescelto ed accreditato nel settore della scuola;
  • l’audit documentale, da parte dell’OdC;
  • l’audit finale di certificazione, da parte dell’OdC;
  • la soluzione di eventuali “non-conformità” ed il rilascio del certificato di conformità.

9)

Attività “orizzontali”
Saranno svolte attività di “project management” del Progetto: in particolare incontri di pianificazione e di coordinamento dei consulenti, incontri di concertazione ed elaborazione di report al Polo Qualità (Responsabile RETE ), comunicazioni esterne, programmazione delle attività formative e delle visite dell’Organismo di Certificazione, ecc.


METODOLOGIA

Per un efficace svolgimento delle attività, è necessario prevedere:

  1. la raccolta iniziale di alcune informazioni e documenti riguardanti la Scuola interessata;
  2. una interazione efficace fra la Consulenza e la Scuola Committente, durante tutte le fasi di sviluppo del progetto.

Si prevede che la Consulenza operi nel Progetto con le seguenti modalità:

  • nella fase 1), un incontro di informazione/sensibilizzazione;
  • nella fase 2), l’acquisizione e lo studio di documenti
  • nella fase 3), la fornitura via e-mail di criteri di elaborazione della Politica
  • nella fase 4), la fornitura via e-mail di criteri di descrizione dei processi e di “modelli” applicativi (v. 4) e l’assistenza via e-mail per verificare tecnicamente e fornire indicazioni sui processi descritti o da descrivere e per la fornitura di “modelli” applicativi standard
  • nella fase 5), la fornitura via e-mail di modelli di Procedure (e relativa modulistica standard) e l’assistenza via e-mail per verificare tecnicamente e fornire indicazioni sulla “personalizzazione” delle procedure
  • nella fase 6), la fornitura via e-mail del modello di Manuale della Qualità e l’assistenza via e-mail per verificare tecnicamente e fornire indicazioni per la “personalizzazione” del Manuale
  • nella fase 7), la formazione alle “verifiche ispettive interne”, con rilascio di “attestato” di qualificazione, e l’assistenza via e-mail per fornire indicazioni circa la soluzione di problemi applicativi (possono essere aggiunti e programmati interventi in situ, con costi extra, anche da parte di risorse umane qualificate all’interno della RETE)
  • nella fase 8), la partecipazione in situ, in veste di “osservatore”, ai due audit dell’Organismo di Certificazione e l’assistenza via e-mail per l’eventuale adozione di azioni correttive
  • nella fase 9), lo svolgimento di una pluralità di azioni di responsabilità della Direzione del progetto.

RISORSE UMANE

La supervisione del Progetto sarà affidata, da parte della Consulenza, ad un Capo Progetto di lunga esperienza nella progettazione e audit di Sistemi di gestione per la qualità. Al Capo Progetto faranno riferimento altre risorse professionali qualificate. Ogni scuola sarà seguita da uno specifico consulente senior, durante l’intero sviluppo del Progetto.
Ogni Scuola attiverà un Gruppo di Lavoro di 4/6 persone, rappresentanti le diverse aree gestionali dell’Istituto, e nominerà il “Rappresentante della Direzione per la Qualità (RQ)”, ruolo previsto dalla norma di riferimento.
E’ fondamentale l’operatività sia del G.d.L. sia del RQ ai fini del successo del Progetto.

La RETE potrà dedicare alcune risorse qualificate (per esempio, provenienti da Scuole già certificate), per assistenza soprattutto in fase applicativa.

L’impegno di risorse umane della Consulenza, per ciascuna Scuola (considerando però una partecipazione contemporanea di almeno 10 Scuole), è così valutato:

  • fase 1): 0,3 gg.uomo;
  • fase 2): 0,3 gg.uomo;
  • fase 3): 0,1 gg.uomo;
  • fase 4): 1,5 gg.uomo;
  • fase 5): 1,0 gg.uomo; Totale: 10 gg.uomo (di cui 2,5 in situ)
  • fase 6): 2,0 gg.uomo;
  • fase 7): 2,0 gg.uomo;
  • fase 8): 2,5 gg.uomo;
  • fase 9): 0,3 gg.uomo.

Altri impegni (per es., per attività formative o riunioni presso le scuole) possono essere assunti, a richiesta, e comportano un compenso extra.


PIANIFICAZIONE DEL PROGETTO

La Consulenza, d’accordo con il Dirigente Scolastico di ciascun Istituto, elaborerà un “piano esecutivo per il Cliente”, in cui saranno specificati attività, “prodotti”, modalità, “attori” per ciascuna fase del Progetto.
In linea di massima, il seguente diagramma contiene i “tempi” indicativi di sviluppo delle diverse fasi del Progetto. I tempi possono essere condizionati dai periodi di scrutini e di vacanze (in fase di certificazione la Scuola deve essere “attiva”) e dall’impegno del G.d.L.

Mesi
Fasi
1) Informaz./sensibilzz. xx
2) Analisi dei processi xxxx
3) Politica per la Q. xxx
4) Standardizz. processi xx xxxxxx xxxxxx xxxxxx
5) Elab. Procedure e mod. xx xxxxxx
6) Elab. Manuale Q. xxx xxxxxx xxxxxx xxxxxx
7) Applicazione xx xxxxxx xxxxxx xxxxxx xxxxxxx
8) Processo di certificaz. xx xxx xxxx
9) Attività “orizzontali” xx xxx xx xx xxx xx


Per ulteriori chiarimenti o richieste d'intervento ISMEDA Group telefonareal Dr. Franco LOMAGLIO